Ha vinto mia figlia

Oggi a cena, è cominciata una gara di lingua italiana fra me (che sto in Italia da 6 anni e 9 mesi) e la mia figlia di 5 anni.

E’ cominciata mentre guardavamo al Telegiornale il servizio sul lago di Massacciuccoli e la probabile esondazione di venerdì prossimo.
La nonna è di orgini Versilia, e suo fratello Sandro abita in una città vicina a quel lago.
Stavamo parlando preoccupandoci per lui e la sua famiglia.

Marco ha detto che alcune zone attorno a quel lago un tempo erano palude.

Allora ho chiesto cosa è una palude. E mia figlia me lo ha spiegato.
Ora ho capito la parola palude.
Oooooh ,ogni tanto mia figlia mi prende in giro per il mio italiano.
Ho pensato allora di fare una gara con lei.
ahahah. Lei ha 5 anni e allora ha subito accettato, contenta.
Io ho detto una parola italiana, di cui lei doveva indovinare il significato.

Cara mia figlia, dico una parola che sicuramente non conosci: “udienza”.
Le mi ha risposto: la fanno in Tribunale, udienza penale.
,,,, wow ….
Accidenti.

altra parola: “indagine” (sicuramente non la sa).
Lei mi ha risposto che non capiva (ok ho vinto).
Mentre Marco spegava cosa è indagine, lei ha detto subito “investigatore”.
Che, che, che, che cosa ? Investgatore ?
Che parola è ?
E Marco mi ha detto che investigatore è chi fa l’indagine.
… Mamma KO. Ho perso.
La parola investigatore non è una parola difficile ?
Come mai mia figlia la conosce e io no ?
Sono rimasta un po’ choccata.
E per vincere la partita, le ho chiesto: sai che vuol dire “notifica”?
E lei mi ha risposto di no.
Finalmente: l’onore della mamma è salvo.

Leave a Reply